Augusto Luís Ferreira de Matos – L’enarmonia dei greci e il canto gregoriano

Lo scopo di questa opera è di presentare una nuova tastiera musicale a Nido d’Ape, come quella dei computer e con le seguenti caratteristiche: sintonia dodecafonica, già trovata e proposta dallo stesso Aristosseno nel IV secolo aC; continuare nello stesso ordine del Nido d’Ape all’incontro con Ernamonia o con la musica più bella, che è stata elaborata dal sistema greco e attraverso la scrittura di Katapicnosis; sintonizzazione Ernamonica, trovata matematicamente nei tetracordi e nei sistemi greci dai principali canonisti come Archita, Erstostene, Didimo e Tolomeo; sintonizzazione Ernamonica con proiezione e interpretazione negli elementi del DNA umano; sintonizzazione e interpretazione dei quindici modi greci.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *